Sei nel settore: Giornalisti prof. e freelance


Feelance? Le chance all'estero ci sono, basta essere giornalisti



"Voglio andare all'estero". "Fuori dall'Italia tutto funziona al meglio, lì sì che avrei delle opportunità". "Questo sistema non mi permette di sopravvivere". Quante volte abbiamo sentito queste frasi dai nostri coetanei/amici/colleghi riguardo al loro lavoro, non solo nel campo dell'informazione.

Mi sono sempre chiesto se queste affermazioni fossero vere. Eravamo davvero l'ultimo carro dell'informazione e tutti i paesi stranieri invece un eldorado ancora da esplorare? Oppure eravamo ancora vittime della sindrome da 'l'erba del vicino è sempre più verde'?

Il quesito poteva essere risolto solo andando sul posto ad indagare. E visto che ero alle mie prime esperienze e di trovare lavoro ancora non se ne parlava, mi sono iscritto ad un master in giornalismo (o postgraduate course, come lo chiamano in terra britannica) ad una delle più antiche scuole di giornalismo londinesi, la London School of Journalism.

E che dire, l'esperienza mi ha fatto completamente cambiare il modo a cui mi approcciavo nella scrittura di un pezzo. Tutti, o quasi, gli insegnanti erano giornalisti freelance che inviavano i loro pezzi alle grandi realtà editoriali britanniche: Guardian, Sun, Telegraph sono solo alcuni dei nomi. Ed il bello è che ti davano la sicurezza che questo era il metodo migliore per fare giornalismo.

Non legarti a nessuna azienda o ne sarai in qualche modo influenzato. Il freelancing è il vero modello dell'informazione moderna: trovare da solo le proprie notizie e venderle a chi si vuole. Concetti che ad una persona proveniente dalla terra in cui freelance fa rima con "precario" o, in casi peggiori, "povero" suonano assurdi. Ma qui funziona così.

Il modello del freelancing inglese funziona sul modello dell'anticipazione dell'idea. Ovvero: telefoni ai tuoi potenziali clienti, indicando l'argomento su cui vuoi scrivere. Se il giornale è interessato, ci si mette al lavoro. E questo funziona sia su un articolo di viaggio da preparare dopo un mese sul posto, sia per un pezzo sul mercatino rionale che vende giocattoli sessuali (sì ne è stato davvero venduto un pezzo al Telegraph). E i freelance guadagnano: i giornali sono disposti a pagare anche 50 sterline per una notizia interessante e da freelance il tempo per preparare più articoli c'è.

Ora c'è da chiedersi: perchè da noi questo sistema non funziona da noi? Chi mai si sognerebbe di lasciare un posto fisso per tentare una carriera da freelance in Italia? Alla Lsj almeno un paio di giornalisti l'avevano fatto. Allora ho posto a loro questa domanda. "In Italia il sistema del freelancing non funziona perchè non gli è mai stato dato valore. Da voi il freelancer è visto come quello che non ce l'ha fatta, che non è riuscito a trovare un posto fisso e quindi ha dovuto trovare un modo per sbarcare il lunario. Finchè non cambierà il vostro modo di intendere il freelancing, non aumenterà il prezzo che gli editori saranno disposti a pagare"

Aveva tremendamente ragione. Tornai al mio posto e capii che effettivamente per ridare importanza a questo lavoro non bisognava cambiare le regole, ma saper dare importanza a coloro che ogni giorno rischiano mettendo le loro risorse a servizio dell'informazione senza la certezza di un futuro: i freelancer. 

(inserito il 16/04/2014)

E' stato visitato da...

vedi tutti

visite complessive: 6802

Curriculum in evidenza

Yuri Calliandro
Yuri Calliandro
P.R. (Milano)
Giulio Mandara
Giulio Mandara
Giornalista Freelance (Milano)
Bravo in: Redazione articoli, Titoli e didascalie, Redazione brevi testi

Hanno trovato lavoro grazie a INFOCITY

Federica Pizzato
Federica Pizzato
Giornalista (altro) (Biella)
Bravo in: Redazione articoli, Pratica radiotelevisiva, Social media editing
Natascia Grbic
Natascia Grbic
Giornalista Freelance (Roma)
Bravo in: Redazione articoli, Servizi complessi, Social media editing

Altre pagine personali

Viola Pocapaglia
Viola Pocapaglia
Web Worker (altro) (torino)
Bravo in: Redazione articoli, Redazione brevi testi, Elaborazione comunicati stampa
Andrea Carini
Andrea Carini
Comunicazione (altro) (Capena)
Bravo in: Redazione articoli, Elaborazione comunicati stampa, Social media editing
Emanuele Maffi
Emanuele Maffi
Giornalista Freelance (Piacenza)
Bravo in: Redazione articoli, Elaborazione comunicati stampa, Servizi complessi