Questo articolo proviene da
www.infocity.it
il network del giornalismo e della comunicazione
Copyright tutti i diritti riservati

Qual : l'importanza di un (non) apostrofo

di Stefano Perfetti

colloquio intervista sui temi del giornalismo e della comunicazione con Stefano Perfetti

Di cosa ti occupi attualmente?
Sono disoccupato ma non mi sto ingrigendo davanti alla tv: ho aperto un blog semiserio che parla di paternità, basato sulla mia esperienza personale di genitore.

Qual'è la tua dritta?
Qual'è la mia dritta? Davvero sul sito ho letto un simile obbrobrio? La grammatica innanzitutto, chi mai vorrebbe aver a che fare con uno che "scende il cane"?

Come lo hai saputo?
Come ho saputo che si scrive qual è? Alle elementari, grazie alla maestra migiore al mondo, che con un grido causava valanghe e slavine. E la scuola era in piena Pianura Padana!

Che consiglio ti senti di dare per sfruttare questa dritta?
Rileggere sempre quello che si scrive non fa mai male: non sai mai cosa ti può essere scappato ed è meglio perdere qualche secondo prima che fare magre figure poi!

(inserito il 12/02/2018)